Uno Spitfire nel Garda

Nel lago di Garda, a 90 metri di profondità, è buio pesto. Con l’ausilio di una torcia, non si riesce a vedere ad una distanza superiore al metro, metro e mezzo. Per questo, forse, i segreti che il fango nasconde rimangono custoditi così bene, come il caso di un aereo da caccia Spitfire della seconda guerra mondiale, inabissato nel Benaco oltre sessant’anni fa. Davanti alla Rocca di Manerba, infatti, a circa 700 metri da riva, i sub della “Leonessa Diving Club”, si sono imbattuti nel velivolo britannico, praticamente intatto, con il tettuccio chiuso, con il motore per metà sprofondato nel fango e la coda sollevata.

Le prime vaghe notizie della presenza del velivolo risalgono a non più di due anni fa, insieme ad altre relative ai tanti relitti che il fondo del lago custodisce. Secondo Igazio Zoda, uno degli istruttori del club, il velivolo, completo in tutte le sue parti, presenterebbe diversi fori di proiettili nella parte posteriore della fusoliera, immediatamente dietro al tettuccio. Una circostanza questa che farebbe pensare al fatto che l’aereo possa essere stato abbattuto nel corso di un combattimento. Difficile capire, a causa sia della profondità sia della patina di fango che lo ricopre, se all’interno della cabina di pilotaggio chiusa vi possa ancora qualcosa, o qualcuno, forse il pilota. Dai filmati girati dai sub in occasione dell’immersione che li ha fatti imbattere nel caccia britannico, si nota che la fusoliera inalbera una lettera “V” , presumibilmente bianca, ed il numero “9”.

 

Continue reading

MERKAVA IV PHOTOFILE

A little photofile of Merkava IV at eurosatory 2010, many thanks toClaude Balmefrezol!

merkava_4_eurosatory_2010_profil_droit

merkava_4_eurosatory_2010_tourelle_profil_arriere_droit

merkava_4_eurosatory_2010_profil_arriere_droit

Continue reading

Monte San Savino Show 2016

Il Monte San Savino Show, già appuntamento imperdibile per gli amanti dei figurini storici e fantasy, quest’anno si è arricchito da una nuova sezione dedicata ai mezzi militari e diorami!!
Nella storica sede medioevale del Cassero aiutate da una ottima luce, erano esposti centinaia di lavori di qualità eccelsa nelle sezioni storico e fantasy con la classica suddivisione in painting ed open, il tutto arricchito da dimostrazioni di pittura e scultura di noti modellisti internazionali.
Grandissima l’affluenza di modellisti stranieri: olandesi ,americani, greci, francesi che rendono il concorso di MSS uno dei migliori a livello europeo.
Ho notato con piacere che, specialmente nel fantasy, settore che proponeva opere di qualità eccelsa, i modellisti erano molto giovani ed entusiasti e questo fa ben sperare nel futuro per il nostro amato hobby!!
Anche la prima edizione di mezzi e diorami, allestita in locali diversi ma vicini al concorso dei figurini, ha riservato piacevoli sorprese con un discreto numero di pezzi di buona qualità.
Premiati i nostri soci Alberto Cazzavillan, Giuseppe De Carolis, Marco Pezzotti e Tiziano Zani che si è portato a casa il Best of Class della sezione Military con il suo doppio Merkava III.
Monte San Savino Show 2016

Da rimarcare che Giuseppe De Carolis in coppia con Raffaele Nalin si sono aggiudicati Best Of Show con la loro opera “Nuvolari” (indubbiamente è stata anche una rivincita morale per indifferenza subita a Folkestone)
Monte San Savino Show 2016

14572790_1648718668752941_8945520643794606338_n 14567600_1648718692086272_3138151786596791180_o

Continue reading

Galleria

FERRARI 312 B3 1973 1/20 MODEL FACTORY HIRO

SharePrima di illustrare il kit e il suo mantaggio è doveroso un cenno storico della vettura, che sarà la base di partenza dei modelli T (cambio Trasversale) che dal 1975 al 1980 portano 3 titoli piloti (1975-1977-1979) e 4 costruttori … Continue reading

Sd.Kfz.223

Sd.Kfz. 223 è il codice  degli autoblindo detti Leichte Panzerrspahwagen ( veicoli corazzati leggeri da ricognizione).Le fabbriche incaricate per la produzione furono la MNH , la Bussing-NAG e la Weserhutte. La produzione si sviluppò dal 39 al 44 per un totale di 550 unità. L’Sd.Kfz. 223 venne integrato nei reparti esplorativi delle divisioni Panzer, motorizzate e di fanteria, servendo su tutti i fronti fino al termine del conflitto con buoni risultati. Sviluppato come autoblindo centro-radio, la cui strumentazione comprendeva una FuG 10, una FuG Spr Gerät Ausf.a  e una caratteristica antenna a parallelepipedo fissata sopra lo scafo che garantiva le comunicazioni su grandi distanze. La torretta è spostata sul retro,rispetto al modello 222, composta da 9 pannelli saldati ed equipaggiata soltanto con una MG 34. Le prestazioni rimasero nella media delle altre versioni, con un’autonomia di 300 chilometri, velocità di punta pari a 85 km/h e pendenza gestibile se inferiore o uguale a 20°.Il kit è quello della Tamiya , vecchio kit significa TANTO lavoro. Ricostruito  torretta , interni, esterni , un lavorone.

1.  L’INTERNO :

1.1 si comincia con la torretta lo spessore del kit mi spinge ad un intervento drastico

Continue reading

AMB e GPF in visita all’ITALERI

Oggi, grazie alla cortesia ed alla disponibilità di Daniele Guglielmi e dell’Italeri, abbiamo potuto coronare uno dei sogni di ogni modellista: andare a vedere dove e come nascono i nostri amati “giocattoli”.

amb_in_italeri-5

Lo stemma dell’Italeri domina l’officina

 

Continue reading

F-16 Falcon 144 FW California

Ciao a tutti.
Presento questo Work In Progress del F 16 in  1/48 della Tamiya,Kit molto valido basta solo aggiungere il Zoom Eduard e lo Scarico Aires per ottenere un ottimo modello.

Continue reading