Upgrade per il carro armato “Ariete”

L’Esercito Italiano ha richiesto un upgrade per il carro armato “Ariete”. Saranno realizzati 3 prototipi aggiornando le piattaforme ed i lavori si completeranno nel 2021. 

In particolare verranno aggiornati da parte di Iveco Defence Vehicle tutte le parti relative alla mobilità e su altre parti riguardanti la sicurezza dell’equipaggio. 

Leonardo Electronics adeguerà alle nuove tecnologie lo scafo e la torre oltre che l’impianto antincendio e la protezione NBC.

La potenza del motore passerà da 1.300 a 1.500 cv e verranno sostituiti anche alcuni componenti del motopropulsore.

L’aumento della potenza e della coppia motrice, porterà ad avere prestazioni più performanti migliorandone il rapporto potenza/peso anche nel caso di aggiunta dei kit di protezione.

Verranno anche adeguati gli organi di trasmissione, quali il cambio e i gruppi di riduzione finale e si l’attuale cingolatura verrà sostituita con un modello dotato di suole più larghe con una superficie di appoggio maggiorata del 20%, riducendo l’usura dei pattini gommati rispetto all’attuale livello di deterioramento.

Tutti i sistemi verranno sostituiti in quanto ormai la componentistica meccanica risata obsoleta. In particolare verrà sostituito il gruppo serbatoio per il combustibile mentre le sospensioni verranno revisionate onde portarle ad una maggiore durata nel tempo.

Alla torre verranno sostituiti tutti gli asservimenti elettro-idraulici, le ottiche ed il calcolatore balistico. Le parti elettro-idrauliche vengono sostituite grazie all’esperienza ottenuta dallo sviluppo della torre da 120 mm della “Blindo Centauro II”.

Il cambio degli asservimenti da elttro-idrauli a completamente elettrici riduce il rischio di incendi in torre dovuti alla presenza di olio idraulico e parti elettriche.

Sarò introdotto un nuovo calcolatore balistico ed anche le ottiche saranno migliorare.

Il capocarro disporrà della nuova ottica panoramica cosiddetta “new Attila”, mentre l’ottica del cannoniere sarà aggiornata grazie alla sostituzione del sistema di presentazione immagine interno all’unità di visione con un nuovo display OLED e la sostituzione della camera infrarossi con un modello di 3a generazione. Sia l’ottica panoramica sia il calcolatore balistico sono quelli già installati sulla “ Blindo Centauro II” ciò al fine di raggiungere la comunalità logistica tra le due piattaforme. 

Ci sarà la predisposizione per l’ Harris ANPRC/152 che lavora su banda satellitare. Questo nuovo sistema consentirà all’equipaggio di comunicare dove prima sarebbe stato impossibile o comunque difficile.

Sarà presente anche un nuovo impianto citofonino in grado di operare anche con le truppe appiedate dotate di sistema Personal Role Radio (PRR).

Il capocarro avrà a disposizione un sistema di navigazione collegato a un ricevitore GPS SAASM che consentirà di conoscere la propria posizione su una mappa cartografica visulaizzandola su un display dedicato. Leonardo revisionerà tutti i suoi sistemi presenti in torre e scafo come il sistema di condizionamento, l’impianto anti NBC, l’impianto di immersione assieme agli iposcopi del veicolo, il cruscotto, l’alimentazione elettrica e l’unità di gestione dello scafo per poi ricondizionare le protezioni balistiche, il sistema d’arma e tutte le strutture portanti di scafo e torre su cui introdurrà le nuove installazioni che potrebbero riflettersi sul miglioramento dell’ergonomia interna.

Print Friendly, PDF & Email
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: